L’Editoriale del Giornalaio: EUROPASSIRANA 89 – REAL MAZZINO = 2-3

6° Giornata: EuroPassirana 89 – Real Mazzino = 2-3 (22° Ghezzi, 25° 1-1, 26° st 1-2, 33° st Doni, 43° st 2-3)

COMMENTO SULLA PARTITA

 Ennesima sconfitta stagionale e nei minuti di recupero per l’EuroPassirana, dopo una partita tutto sommato equilibrata, in cui, però, il Real Mazzino è sembrato crederci di più ed avere “più birra” nelle gambe. I padroni di casa rischiano subito di andare sotto dopo l’ennesima indecisione difensiva, ma stavolta vengono salvati dal palo. Da lì in avanti e per tutta il primo tempo, l’Euro gioca, crea buone occasioni, passa in vantaggio con Ghezzi e va anche vicinissima al 2 a 1, ma soffre tremendamente ogni volta che gli avversari superano la metà campo, subisce quasi subito la rete dell’1 a 1 e concede un altro palo in contropiede al Real Mazzino. Nella ripresa, invece, il Real Mazzino corre di più, crea parecchi pericoli e passa anche in vantaggio, approfittando di un clamoroso errore di Bertoldi, mentre l’Euro sembra non averne più e passeggia per il campo, nonostante i cambi effettuati nei primi venti minuti. In campo, però, ci sono Porro e Ghezzi, che confezionano una grande azione per il gol del 2 a 2 di Doni. Quando il pari sembra il risultato finale, e forse più giusto, di questo derby, gli animi si surriscaldano, il recupero viene prolungato e gli ospiti mostrano, ancora una volta, più voglia, più grinta e più gambe, segnando la rete del 2 a 3, mentre l’Euro perde l’ennesima partita e gli ennesimi punti nei minuti di recupero. In conclusione, a parte i cambi, secondo me almeno uno opinabile (con i due centrali entrambi ammoniti, mi lascia perplesso sostituire Cerullo con Sciacqua, che non è né  in forma ottimale né terzino), l’Euro ha mostrato di non essere in grande forma fisica e di soffrire tremendamente nei secondi tempi le squadre che corrono di più. Se si vuole risalire la classifica e vincere qualche partita in più, forse bisogna trovare il modo di migliorare la forma fisica generale, oltre a perfezionare gli aspetti del gioco, difensivo ed offensivo, che ancora non convincono …

Il Direttore

 Venturini Massimiliano

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *