1998-99

STAGIONE 1998/1999-CSI CATEGORIA ECCELLENZA

Dopo 9 stagioni l’Euro arriva a disputare la “Premiere League” del CSI. L’obbiettivo dichiarato è disputare un campionato tranquillo. La rosa è arricchita oltre che dagli arrivi di Ceriani (22 anni), Campagnaro (24 anni), Contu (22 anni), e Bandera (28 anni), anche dal ritorno di Ravazzoni, bandiera dell’Euro. Da quest’anno si disputa anche la Coppa CSI, in cui l’Euro supererà due turni (2-0 alla Locat e 2-1 allo Sporting Limo) prima di uscire per mano del G.A. Cesatesi a Gennaio. Ma al centro dell’interesse generale c’è il campionato che inizia con Barone squalificato e con Badiali e Pancera infortunati (più grave il primo che rientrerà a metà stagione); nonostante ciò il girone d’andata si conclude in una posizione abbastanza soddisfacente (metà classifica). L’inizio del girone di ritorno sembra compromettere quanto di buono fatto fino a qual momento, ma cinque vittorie consecutive fra la 4a e la 8a proiettano l’Euro in zona playoff, dove l’obbiettivo è arrivare secondi o terzi, perché arrivando al quarto posto si giocherebbe la semifinale contro la S.C. Giustizia, squadra composta da gente (pagata anche Lit.70.000 a gara) che gioca nelle categorie Eccellenza e CND della FIGC, e che sta letteralmente dominando il campionato. Vincendo 4-2 con la Social Osa all’ultima di campionato, l’Euro coglie un’incredibile terzo posto nella “regular season”, e va a giocarsi la semifinale con l’Ottica Matteucci, vincendola 1-0 a Rozzano nonostante un’arbitraggio semplicemente vergognoso (8 ammoniti a zero) che priva la difesa di Goldin (troppo a lungo quest’anno la difesa dell’Euro ha dovuto fare a meno di lui) ed il centrocampo di Barone e Zambolo. La finale a Cornaredo è senza storia: finisce 7-1 per il Giustizia, ma alla fine i più felici sono i giocatori e gli splendidi tifosi (circa 50 al seguito) dell’Europassirana. Un altro anno da protagonisti, che porta l’Euro al secondo posto dell’Eccellenza CSI alla sua prima partecipazione. La grande stagione di Gabriele Groe (nella foto) che segna 18 reti fra campionato e coppa, fa il paio con il rendimento altissimo di giocatori come Orsini e Bernacchi, con l’ottimo inserimento di Ceriani e Campagnaro con l’enorme contributo dei ragazzi che spesso sono stati in panchina (Contu, Bandera, Badiali, Ravazzoni) e con il solito apporto dei vecchi come Carnelli, Ferraro, Iori, Zambolo, Borella. Mister Ferraro, ed i suoi vice Isidoro Varesi e Pietro Teruzzi hanno fatto il resto, centrando un risultato assolutamente insperato. La serata di Cornaredo, nonostante il risultato, rimarrà, penso, fra i ricordi più belli di questi dieci anni di storia dell’Europassirana 1989.

Le cifre
Partite giocate:27
(22 di campionato+3 Coppa CSI+2 di Playoff)
Vinte: 10 (+2 in Coppa CSI+1 playoff) Pareggiate: 5 Perse: 7
(+1 in Coppa CSI+1 playoff)
Punti: 35
Gol segnati: 45 (+4 in Coppa CSI+ 2 playoff) Subiti: 42 (+2 in Coppa CSI+7 playoff)
Cannoniere: Gabriele Groe 15 reti
(+2 in Coppa CSI+1 playoff)
Giocatori utilizzati: 22
Piazzamento finale: 3°posto alla fine
della stagione regolare; 2° su 12 squadre dopo playoff.

In Foto: Gabriele Groe: 65 reti con la maglia dell’Europassirana.