1996-97

STAGIONE 1996/1997-CSI CATEGORIA B

E’ la stagione della verità; la squadra non può più nascondersi e l’obbiettivo unico è la promozione. Il Mister è sempre Ferraro che la guida con maestria e gestendo il turn-over in maniera perfetta ottiene il tanto sospirato traguardo con il 2° posto finale. Prima arriva l’ISTITUTO GIOVANNI XXIII a cui però l’Euro soffia 4 punti su 6. Con due sole sconfitte in 26 gare (ed entrambe di misura) la squadra dimostra, pur non arrivando ai picchi altissimi di spettacolarità dell’anno prima, di non soffrire più la paura dell’alta classifica, e gestisce la stagione con grande intelligenza e praticità. Omar Aliprandi è di nuovo fuori (3 sole presenze) per guai fisici, ma il terzo ritorno di Gabriele Groe (14 reti in 22 partite) risolve il problema del gol, a cui pensa anche Iori (10 reti in 25 gare). Nella stagione spiccano due 4-0 in trasferta (PULIVELOX e OLIMPIA) ed uno in casa (OPOS).
Il solito affidabilissimo rendimento dei vecchi, unito sia alla consacrazione di elementi come Bernacchi, Ferrario, Zambolo, Mandelli e Badiali sia all’apporto dell’unico vero nuovo acquisto (Barone), fanno il miracolo: l’Europassirana sale nella categoria A. Da quest’anno inoltre nelle partite casalinghe (e in molte di quelle in trasferta) fa bella mostra di sé lo striscione “ULTRAS EURO” ideato e realizzato dal “solito” Eros Passerini. Si tratta dell’unico striscione di sostegno che io abbia mai visto in un campo del CSI, e tuttora resta il solo.

Le cifre
Partite giocate: 26
Vinte: 15 Perse: 2 Pareggiate: 9
Punti: 54
Gol segnati: 44 Subiti: 18
Cannoniere: Gabriele Groe 14 reti
Giocatori utilizzati: 21
Piazzamento finale: 2° su 14 squadre

In foto: In onore alla tradizione per festeggiare la promozione in A si posa con la muta storica: in alto: Rino Rosa, Orsini, Ferrario, Mandelli, Carnelli, Ferraro
Borella, Bernacchi, De Benedittis, Ravazzoni, Barone ed Eros Passerini. In basso: Cattaneo, Groe G., Franceschini, Iori, Badiali, Zambolo e Mister Ferraro.