1995-96

STAGIONE 1995/1996-CSI CATEGORIA B

Emilio Pessina diventa il primo allenatore non confermato della storia dell’Europassirana. Al suo posto la Società ingaggia un ex giocatore (seppure con due sole presenze): Stefano Ferraro 32 anni, carpentiere in proprio. E’ la stagione della rinascita; il nuovo Mister capisce subito bene l’ambiente e superate le ovvie difficoltà iniziali la squadra comincia a girare alla grande. Fra la 12a e la 20a la squadra coglie 9 vittorie consecutive. La stagione si conclude con un terzo posto, ma delle due promosse in A (ASSOSPORT e BAUSCH & LOMB) solo la Bausch riesce a fare punti contro l’Euro (1-0 a tempo scaduto a Macherio). L’Assosport rimedia due sconfitte, risicate nei punteggi (2-0 a Passirana e 2-1 a Desio) ma nettissime sul piano del gioco, e la Bausch a Passirana rimedia un sonoro 4-0 con tripletta di Omar Aliprandi (22 reti in 25 gare in stagione) che con il secondo gol personale in questa gara tocca quota 100 reti in maglia biancazzurra. La Società comincia a puntare sui giovani: arrivano Stefano Bernacchi (17 anni), Roberto Ferrario (22 anni), Gianluca Sironi (16 anni), e Cristiano Borghetti (20 anni) ma la rosa è ulteriormente arricchita dall’arrivo di Bruno Zambolo (33 anni), Tommaso De Benedittis (portiere part-time con Franceschini) e da Febbraio in avanti da Giorgio Mandelli (25 anni). A tutto ciò va aggiunto il rendimento costante dei “vecchi” Orsini, Ferraro, Carnelli, Iori, il redivivo Borella e Di Vita. Inoltre torna all’ovile l’inventore del nome della Società; Massimo Badiali. Purtroppo per un Badiali che torna c’è un Varesi che se ne va (anche lui alla Grace). Ma la storia d’amore fra Varesi e l’Europassirana è ben lungi dal finire…..Da segnalare che da quest’anno a fine stagione vengono assegnati premi ai giocatori da parte della dirigenza. L’idea è di Eros Passerini segretario della Società che inventa il premio “Stakanov” (frequenza agli allenamenti), il premio “hombre del partido” (al migliore della stagione) ed infine il premio “cuore biancazzurro” che ogni anno va al giocatore che ha dimostrato maggior attaccamento alla maglia negli anni. Nel complesso un’ottima stagione che fa guadagnare un’altra coppa, e che serve a gettare le basi per il salto di qualità degli anni a seguire.

Le cifre
Partite giocate: 26
Vinte: 16 Perse: 6 Pareggiate: 4
Punti: 52 (da quest’anno 3 punti per la vittoria)
Gol segnati: 56 Subiti: 21
Cannoniere: Omar Aliprandi 22 reti
Giocatori utlizzati: 23
Piazzamento finale: 3° posto su 14 squadre

in foto: Foto di gruppo con una nuova muta di maglie per la stagione 95-96: in alto: Rino Rosa, Ferrario, Ravazzoni, Mandelli
Sironi, Carnelli, Bernacchi, Mister Ferraro, Borghetti, Orsini, Eros Passerini e Luigi Volpi. In basso: Franceschini, Ferraro,
Cattaneo, Badiali, Iori, Zambolo, Di Vita, Aliprandi O., Davide Borella con la piccola Martina.